webinfermieri.it
10.561 iscritti - ISCRIVITI - SMS GRATIS
                    
TIRO CON L'ARCO - GIOCA A TRIS - GIOCO IMPICCATO - IMPARA L'INGLESE -
INSERISCI UNA DIAGNOSI INFERMIERISTICA

La Diagnosi Infermieristica è un giudizio clinico riguardante le risposte delle persona, della famiglia o della comunità a problemi di salute/processi vitali attuali o potenziali. La Diagnosi Infermieristica costituisce la base sulla quale scegliere gli interventi infermieristici volti a raggiungere dei risultati di cui l’infermiere è responsabile. La diagnosi infermieristica è un’affermazione che descrive uno specifico tipo di problema o di risposta identificato dall’infermiere. Essa non va usata per designare tutti i problemi che l’infermiere può riconoscere, perché questo non metterebbe in risalto l’unicità del ruolo infermieristico: occorre quindi distinguerla dal problema collaborativo. La diagnosi infermieristica esprime il giudizio professionale sulle condizioni del paziente, sulle sue risposte ai trattamenti ricevuti e sulle necessità di assistenza infermieristica. E’ tappa fondamentale per procedere al piano di assistenza…muove, in sostanza, tutto il processo assistenziale. Tutto ciò che abbiamo raccolto dall’osservazione, dal colloquio, dall’esame fisico, dalla visione della documentazione clinica, deve essere organizzato ed interpretato per identificare la capacità del paziente di far fronte ai bisogni di salute. Identificare i bisogni che il paziente esprime nel tentativo di adattarsi agli effetti della malattia vuol dire “considerare” quale tipo di assistenza è necessaria per accrescere e sviluppare il più possibile le sue abilità per superare lo stato negativo della malattia. Fare diagnosi infermieristica vuol dire descrivere le risposte, i segni, i sintomi che indicano un effettivo o potenziale (rischio) problema di salute e identificare le cure più appropriate per risolverlo. La formulazione della diagnosi infermieristica è il logico ampliamento della raccolta dati relativi all’accertamento. La struttura della diagnosi infermieristica si compone di quattro elementi utili essenzialmente per l’adozione di un linguaggio infermieristico condiviso. Per questo motivo useremo una terminologia specifica per diagnosticare in modo infermieristico. Gli elementi componenti sono: 1. Titolo 2. Definizione 3. Caratteristiche definenti 4. Fattori correlati Il titolo deve “qualificare” la tipologia del problema; esprime quindi se la nostra diagnosi esamina un problema di “inefficacia”, “alterazione” o “deficit” in sostituzione di termini troppo soggettivi come “scarso” o “inappropriato”… La definizione ci permette di esprimere in modo chiaro e preciso il significato della diagnosi, contribuendo così a differenziarle da quelle che le assomigliano. Le caratteristiche definenti sono l’equivalente dei segni e dei sintomi soggettivi ed oggettivi presenti in relazione ad una determinata diagnosi.

ELENCO DIAGNOSI INFERMIERISTICHE secondo la NANDA

Modello percezione/gestione della salute

  • Alterazioni nel mantenimento dello stato di salute
  • Gestione inefficace del regime terapeutico
  • Non conformità alla terapia
  • Alterazione dei processi protettivi
  • Alto rischio di infezioni
  • Alto rischio di lesioni
  • Alto rischio di trauma
  • Alto rischio di avvelenamento
  • Alto rischio di asfissia
  • Comportamenti specifici volti al mantenimento della salute

Modello nutrizione/metabolismo

  • Alterazioni della nutrizione: Alto rischio di assunzione di quantità superiori al fabbisogno dell'organismo
  • Alterazioni della nutrizione: Assunzione di quantità superiori al fabbisogno dell'organismo
  • Interruzione dell'allattamento al seno
  • Allattamento al seno inefficace
  • Alimentazione inefficace del bambino
  • Allattamento al seno efficace
  • Alto rischio di aspirazione
  • Deficit della deglutizione
  • Alterazione della mucosa del cavo orale
  • Alto rischio di carenza di liquidi
  • Carenza di liquidi causata dal mancato funzionamento dei meccanismi regolatori
  • Carenza di liquidi conseguente a perdita attiva dell'organismo
  • Eccesso di liquidi
  • Alto rischio di danneggiamento dell'integrità cutanea
  • Danneggiamento dell'integrità cutanea
  • Danneggiamento dell'integrità dei tessuti
  • Alto rischio di alterazione della temperatura corporea
  • Termoregolazione inefficace
  • Ipertermia
  • Ipotermia

Modello eliminazione

  • Stipsi
  • Sensazione di stipsi
  • Stipsi del colon
  • Diarrea
  • Incontinenza intestinale
  • Alterazione del ciclo dell'eliminazione urinaria
  • Incontinenza funzionale
  • Incontinenza riflessa
  • Incontinenza da sforzo
  • Incontinenza impellente
  • Incontinenza totale
  • Ritenzione urinaria

Modello esercizio/attività fisica

  • Alterazioni della crescita e dello sviluppo
  • Affaticamento
  • Carenza di autocura riguardo all'igiene personale
  • Carenza di autocura riguardo all'aspetto esteriore
  • Carenza di autocura riguardo all'alimentazione
  • Carenza di autocura riguardo alle funzioni fisiologiche
  • Carenza di attività ricreative
  • Incapacità di gestione della propria abitazione
  • Alto rischio di intolleranza all'attività
  • Intolleranza all'attività
  • Deficit motorio
  • Alto rischio di sindrome da disuso
  • Disriflessia
  • Clearance inefficace delle vie aeree
  • Attività respiratoria inefficace
  • Alterazione dello scambio dei gas
  • Incapacità di sostenere la respirazione spontanea
  • Risposta non funzionale allo svezzamento dal respiratore artificiale
  • Riduzione della gittata cardiaca
  • Alto rischio di disfunzione neurovascolare periferica
  • Alterazione della perfusione dei tessuti: renale, cerebrale, cardiopolmonare, gastrointestinale, periferici
Modello riposo/sonno
  • Disturbi del sonno

Modello cognizione/percezione

  • Dolore
  • Dolore cronico
  • Alterazioni sensoriali percettive (visive, uditive, cinestesiche, gustative, tattili, olfattive)
  • Negligenza monolaterale
  • Alterazione dei processi cognitivi
  • Conflitto decisionale
  • Carenza di conoscenze

Modello percezione/concezione di sè

  • Paura
  • Ansia
  • Disperazione
  • Impotenza
  • Alterazione dell'immagine corporea
  • Alterazione dell'identità personale
  • Alterazione dell'autostima
  • Bassa stima di sè cronica
  • Bassa stima di sè situazionale
  • Alto rischio di autolesionismo

Modello ruolo/relazione

  • Alterazione della comunicazione verbale
  • Isolamento sociale
  • Difficoltà di interazione sociale
  • Sindrome di stress da trasferimento
  • Alterazione della rappresentazione di ruoli
  • Afflizione preventiva
  • Afflizione disfunzionale
  • Alto rischio di violenza contro se stessi o gli altri
  • Alterazione dei processi familiari
  • Alto rischio di alterazione del rapporto genitori-figli
  • Alterazione del rapporto genitori-figli
  • Conflittualità nel ruolo di genitore
  • Difficoltà nel ruolo di assistente sanitario di un familiare malato
  • Alto rischio di difficoltà nel ruolo di assistente sanitario di un familiare malato

Modello sessualità/riproduzione

  • Disfunzione sessuale
  • Alterazione dei modelli sessuali
  • Sindrome da trauma secondario a stupro
  • Sindrome da trauma secondario a stupro con reazioni composite
  • Sindrome da trauma secondario a stupro con reazione di silenzio

Modello affronto/tolleranza allo stress

  • Strategie di affronto individuali inefficaci
  • Affronto difensivo
  • Negazione inefficace
  • Incapacità di adattamento
  • Risposta post-traumatica
  • Strategie di affronto familiare caratterizzate da potenzialità di crescita
  • Strategie di affronto familiare inefficaci con compromissione dell'adattamento ai problemi sanitari
  • Strategie di affronto familiare con invalidazione dell'adattamento ai problemi sanitari

Modello valori/convinzioni

  • Afflizione spirituale (Afflizione dello spirito umano)

ESEMPI DI DIAGNOSI INFERMIERISTICHE

Liberazione inefficace delle vie aeree, correlata a secrezione eccessive o dense - immobilità - effetto sedativo dei farmaci - dolore, che si manifesta con tosse inefficace o assente - incapacità di espellere efficacemente le secrezioni

Rischio elevato di compromissione dell’integrità cutanea correlato a Immobilità Secondario a Dolore

Rischio elevato di infezione Correlato a Incisione chirurgica Difficoltà di cicatrizzazione Secondario a Diabete mellito

Deficit della cura di sé (alimentarsi) Correlata a mancanza di coordinamento - dispositivi esterni - affaticamento e dolore - diminuita capacità motoria o visiva e debolezza muscolare - stato comatoso Che si manifesta con incapacità di tagliare alimenti o di aprire le confezioni - incapacità di portare il cibo alla bocca

Compromissione della mobilità

Alterazione dello stato emotivo, correlato alla preoccupazione per gli accertamenti cui deve sottoporsi

Compromissione dell'integrità cutanea, correlata ad incontinenza

Rischio di infezione correlato a catetere vescicale a permanenza

Rischio di alterazione della funzione respiratoria, correlato ad intervento addominale e fumo

Potenziale aumento o miglioramento dei processi familiari

Potenziale alterazione dello stato nutrizionale correlato a inadeguata alimentazione

Alterata integrità della mucosa orale, correlata a prolungato digiuno, manifestata da secchezza delle mucose, screpolature e piccole lesioni labiali

Elevata glicemia, correlata a diabete

Necessità di riposare la notte

Anemia da sanguinamento

Potenziale alterazione dello stato nutrizionale correlato a inadeguata alimentazione

 
    WEBINFERMIERI.IT | All rights reserved. | Works well with Firefox 3 | Realized by N.C. TOP